Rubrica Get Fit Get Aktive: Circuit training e PHA

Buonsalve a tutti! Eccoci qui come ogni mercoledì a disquisire di stramberie varie che riguardano il mondo del fitness. Oggi esaminiamo un metodo che può venire usato durante i corsi, ma che anche in sala pesi è molto gettonato. Che paroloni, manca la sigla di Super Quark di sottofondo e sembro quasi una persona colta.
13301335_10209614300458513_8566438517519449362_o

Sapendo che la sala pesi non piace a tutti, che molti vengono ad allenarsi in sala solo perché i loro orarinon coincidono con quelli dei corsi, che molti si impongono di venirci solo perché fa bene alla salute, e che molte donne purtroppo credono ancora alla favola che se scendono dal tapis roulant e prendono in mano più di 2kg automaticamente vedranno i loro muscoli “esplodere” come quelli di Davide in periodo di gara… sapendo tutto ciò, spesso ai primi appuntamenti, a molte donne mi ritrovo a fare la fatidica domanda: ti annoia la sala pesi? Manco a dirlo spesso purtroppo la risposta è si.

Vi svelo un segreto: anni fa nemmeno a me la sala pesi entusiasmava molto. Poi però ho iniziato a vedere i risultati e a prendere gli esercizi come delle sfide contro me stessa ed è diventata una droga. Nelle ripetizioni sono concentrata sul movimento e riesco a percepire lo sforzo e le pause non mi annoiano più, ma mi servono per recuperare fiato e forza.
13246303_524100164466939_7200695432201237920_o

Detto ciò capisco comunque che non può appassionare tutti, almeno all’inizio. Perciò di solito consiglio un’utile alternativa: si va a fare un lavoro senza pause, dove si alternano diversi esercizi che coinvolgono tutti i gruppi muscolari, sia con le macchine che a corpo libero, in modo tale da restare concentrati su ciò che si deve fare e non si ha il tempo di sbuffare o di controllare whatsapp (almeno in teoria). In parole povere propongo degli allenamenti a circuito, o circuit training, che in inglese fa sempre figo.

Il circuit training è un allenamento adatto a tutti, soprattutto a chi vuole migliorare la propria resistenza e a chi, dopo un periodo di inattività, vuole ricominciare a muoversi e perdere peso.
Circuit

I vantaggi dell’allenamento a circuito infatti sono:

– permette di ottenere i benefici tipici dell’allenamento aerobico e anaerobico in un’unica seduta

– è un allenamento personalizzabile adatto a tutti in base ai propri obiettivi

– migliora la forza resistente e il tono muscolare

– migliora la capacità aerobica

– regola la pressione arteriosa e migliora il funzionamento degli apparati cardiovascolare e respiratorio

– stimola tutti i distretti corporei

– può aiutare a ridurre la percentuale di grasso corporeo (a meno che non vi scofanate una torta al giorno :P)

– ha effetti positivi sulla tolleranza glucidica e sulla sensibilità insulinica.

In base a come sono disposti gli esercizi poi ci sono diversi tipi di circuit training e in particolare, riallacciandomi allo scorso articolo sulla ritenzione, uno molto utile per le donne che soffrono di problemi circolatori è il peripherial heart action, per gli amici PHA.
livorno-palestra-colosseum-10-ingressi-sconto71-28633-Wdettaglio1

Questo tipo di lavoro consiste nello stimolare uno di seguito all’altro parti del corpo il più possibiledistanti tra loro. Per esempio si possono mettere in sequenza un esercizio per le gambe, uno per le braccia e uno per l’addome. In questo modo si evita che le sostanze di scarto ristagnino troppo nello stesso punto e il lavoro del cuore risulta maggiore poiché deve pompare il sangue velocemente in muscoli distanti tra loro.

Ora, se questo metodo vi ha incuriosito e volete provarlo, non vi resta che venire a trovarci in sala pesi e vi sapremo consigliare la scheda più adatta a raggiungere i vostri obiettivi.

L’importante è che con l’arrivo dell’estate non smettete di allenarvi, o quando ritornerete a settembre dovrete, muscolarmente parlando, ricominciare da capo.

Stay fit, stay Aktive!

Chiara e Be Aktive

13268399_10209600178705478_8183228214350739783_o

13315599_10209600177185440_8559672567908229965_n